11 Giugno 2019 | Categoria: Amministrazione beni

Divorzio: separazione dei beni

Team Slidinglife

Avete sempre condiviso ogni cosa, ora il matrimonio è finito e state pensando di dividere tutto. Ogni coppia che smette di stare insieme pensa a come sarà la vita di ognuno da ora in avanti, che fine faranno i propri beni e che cosa succede al proprio patrimonio.

Comunione o separazione dei beni?

Dal 1975 con il matrimonio si istituisce automaticamente il regime patrimoniale della comunione dei beni, a meno che la coppia non decida di scegliere la separazione dei beni.

Cosa vuol dire comunione legale dei beni? Rientrano nella comunione legale:

  1. tutti i beni acquistati durante e dopo il matrimonio dai coniugi o da uno solo di essi

  2. le aziende gestite da entrambi, fondate dopo le nozze

  3. le aziende fondate prima del matrimonio e successivamente amministrate da entrambi.

I beni esclusi dalla comunione legale sono quelli personali, quelli ricevuti “successivamente al matrimonio per effetto di donazione o successione [...] quando non è specificato che essi sono attribuiti alla comunione”, i beni ottenuti per risarcimento, quelli necessari a svolgere la propria professione e le pensioni per perdita totale o parziale della capacità di lavorare.

Con la separazione dei beni, invece, ciascun bene resta del coniuge che ne è proprietario, col matrimonio non cambia assolutamente nulla. Se i due si separano o divorziano, in caso di comunione dei beni il giudice procede anche alla separazione dei loro beni; se si tratta di beni impossibili da dividere allora possono essere venduti e il ricavato suddiviso tra i due. Oppure uno dei due compensa l’altro per la corrispondente quota.

Cosa succede alla casa di famiglia?

La casa coniugale non può essere divisa, ma può essere assegnata, salvo casi particolari in cui vi sia la possibilità di istituire due ingressi separati e autonomi. Statisticamente l’assegnazione della casa è differente in presenza o in assenza di figli. I Tribunali tendono ad assegnare la casa al genitore a cui sono affidati i figli. Se sono affidati congiuntamente a entrambi, la casa spetta al coniuge presso cui sono collocati, indipendentemente da chi è proprietario dell’abitazione. Questo nell’interesse esclusivo di non sconvolgere le abitudini quotidiane dei minori e di consentir loro di crescere in un ambiente familiare.

Se non ci sono figli i giudici attribuiscono la casa al coniuge che ne è proprietario. Può avvenire il contrario se uno dei due è economicamente più debole o se, ad esempio, ha una patologia grave. Se sono entrambi proprietari e non giungono ad un accordo, di solito la casa viene venduta e la quota viene ripartita, oppure si propone a uno dei due di acquistare la parte dell’altro.

Come si dividono conti cointestati?

Cosa succede se la coppia che intende separarsi ha un conto corrente cointestato? Entrambi i coniugi sono considerati “proprietari” della somma depositata, pertanto con la separazione o con il divorzio si procede alla suddivisione della cifra esattamente a metà. Ciò non avviene solo se si dimostra il contrario, cioè uno dei due mostra prove che il denaro proviene solo dal proprio lavoro, da attività personali o da donazioni.

Se si verifica il pericolo che uno dei due coniugi possa prelevare tutto il denaro prima della sentenza di separazione, l’altro partner può chiedere al giudice, nel tempo di attesa, il sequestro del conto corrente. Oppure se uno dei due ritira più della somma di cui è titolare dovrà restituire al proprio ex la cifra in più, a meno che non dimostri di aver utilizzato quel denaro per spese necessarie per i figli o per bisogni della famiglia.

Nel corso di una separazione e fino a una decisione del giudice può essere utile preoccuparsi di amministrare i propri beni. Un accordo tra ex senza l’intervento di un giudice consente di risparmiare tempo ed energie, rendendo anche meno traumatica e dannosa la separazione.

Se hai dubbi o domande, scrivi sul forum. In Slidinglife c'è sempre qualcuno pronto ad ascoltarti.

La più grande community per separati e divorziati

Registrati e troverai:

  1. Professionisti di fiducia in tutta Italia
  2. Eventi dedicati a separati e divorziati
  3. Consigli pratici per genitori separati
Hai già un account? Accedi

Crea il tuo profilo

   
oppure con il tuo indirizzo email
Accetto il trattamento dei dati per le finalità di accesso al servizio come espresso nell'informativa sulla privacy
Dichiaro di essere maggiorenne e di aver letto i termini e le condizioni d'uso del servizio
Hai già un account? Accedi

Crea un profilo professionista

Accetto il trattamento dei dati per le finalità di accesso al servizio come espresso nell'informativa sulla privacy
Dichiaro di essere maggiorenne e di aver letto i termini e le condizioni d'uso del servizio
Hai già un account? Accedi

Effettua il login

   
oppure con il tuo account Slidinglife
Non hai un account? Registrati