21 Dicembre 2018 | Categoria: Separazione

Figli di genitori separati: cosa succede a Natale

Team Slidinglife

Il Natale è tra le festività più attese dell'anno nella maggior parte delle famiglie italiane ma cosa succede in una casa dove si vive la separazione? Come affrontano le festività i figli di genitori separati?

Nel clima sereno, accogliente e gioioso di questa fase dell'anno, chi affronta una separazione o un divorzio spesso prova un senso di solitudine e di tristezza che possono aumentare quando si hanno bambini perchè si vorrebbe offrir loro un ambiente amorevole e familiare. Quindi cosa fare?

Non disperare. Sono solo fasi temporanee nella vita di una coppia e anche i figli di genitori separati possono vivere al meglio le vacanze di Natale.

 

Conservare le abitudini famigliari

Non esiste una regola precisa ma un accordo comune tra i coniugi su come “dividere” i giorni di vacanza dei figli è sempre l'organizzazione migliore.

Ogni famiglia vive le festività secondo le proprie tradizioni, pertanto, sarebbe una decisione di buon senso dei genitori permettere ai minori di continuare a vivere le vacanze natalizie rispettando le abitudini famigliari di entrambi i coniugi e di non perdere le usanze con cui sono cresciuti. In questo modo il minore avrebbe la possibilità di vivere le festività nell'una e nell'altra famiglia.

 

Cosa dice il giudice

I tribunali generalmente stabiliscono che le vacanze di Natale di un bambino siano divise esattamente a metà, ossia si tiene conto del periodo che va dal giorno in cui chiudono le scuole a quello in cui riaprono. In questo modo i figli dei genitori separati vivranno la settimana del 24 e 25 dicembre con un coniuge e quella del 31 e 1 con l'altro, ad anni alterni.

Secondo le tradizioni delle rispettive famiglie il giudice può anche stabilire che il minore trascorra la giornata del 24 con l'uno e quella del 25 con l'altro e che questo avvenga anche per la fine dell'anno. Questa soluzione è possibile nei casi in cui i genitori vivano nelle stesse città o in città relativamente vicine.

In realtà, le regole stabilite dal giudice possono essere modificate oppure i coniugi possono organizzarsi diversamente, in maniera pacifica. Nel caso in cui sorgano esigenze diverse o particolari, si pensi alla visita di un parente lontano a cui il minore è particolarmente affezionato o ad una malattia improvvisa.

 

Al centro i figli e il dialogo

L'obiettivo principale è sempre quello di tutelare la serenità e i bisogni del minore,i genitori possono anche ritenere possibile trascorrere le vacanze tutti insieme, aiutati dalla presenza dell'intera famiglia. La presenza dei nonni è spesso fondamentale poichè rendono più spensierato il tempo trascorso insieme.

 

Ogni genitore sa, a prescindere dalle esperienze personali che affronta, come far vivere al meglio il Natale ai propri figli.

 

Per te le festività senza figli sono tristi? Cerchi supporto o confronto con qualcuno?

 

 



Se hai dubbi o domande, scrivi sul forum. In Slidinglife c'è sempre qualcuno pronto ad ascoltarti.

Crea un account utente

Accetto il trattamento dei dati per le finalità di accesso al servizio come espresso nell'informativa sulla privacy
Dichiaro di essere maggiorenne e di aver letto i termini e le condizioni d'uso del servizio
Hai già un account? Accedi

Crea un account professionista

Accetto il trattamento dei dati per le finalità di accesso al servizio come espresso nell'informativa sulla privacy
Dichiaro di essere maggiorenne e di aver letto i termini e le condizioni d'uso del servizio
Non sei un professionista? Registrati come utente

Effettua il login

Non hai un account? Registrati

Recupera la tua password

Niente paura! Se non ricordi più la tua password ti basterà inserire l’email che hai usato per la registrazione. Riceverai un'email con le istruzioni per impostarne una nuova.

Non hai un account? Registrati