15 Maggio 2019 | Categoria: Legale

Separazione: cosa evitare al primo colloquio con l’avvocato

Team Slidinglife

Stai cercando di dare un senso a tutto quello che è successo finora? Sono sere che resti seduto a chiederti se l’avvocato che ti hanno consigliato o che hai trovato possa fare al tuo caso? Niente panico! Ecco tre cose da non fare assolutamente al primo incontro con l’avvocato per la separazione.


Emozioni in disequilibrio e domande in disordine

Quando ti presenterai dall’avvocato può essere che tu abbia le idee già abbastanza chiare o che tu non abbia preso ancora alcuna decisione. Nessun problema, il primo incontro non è definitivo. L’ansia che provi è normalissima e un avvocato che si occupa di separazioni le conosce bene, pertanto è inutile mostrare sentimenti diversi da quelli che stai provando, basta semplicemente mettere in ordine le emozioni. È più efficace di qualunque fantastica camicia. Dopodiché anche i pensieri saranno lineari o almeno ci proveranno e ti verranno in mente tutte le domande da fare per sciogliere i dubbi e avere informazioni utili alla tua situazione.

 

Avere paura di giudizi

Raccontare la propria storia ad uno “sconosciuto” non è mai facile per nessuno, perché dovresti fidarti di una persona che hai visto per la prima volta? Un secondo errore da evitare è, infatti, di non raccontare all’avvocato tutte le vicende o ciò che è successo per paura di essere giudicati e non compresi. Bene, il tuo avvocato non è un investigatore, se ti pone domande è solo per comprendere meglio il contesto in cui ti trovi per poterti rappresentare e difendere nel migliore dei modi. Non dimenticare che tutto quello che racconti è coperto dal segreto professionale. Rilassati, non devi fare una buona impressione, ma semplicemente essere te stesso ed esporre con serenità fatti, paure, richieste.

 

Mettere in discussione tutto ciò che dice

Ammettilo, anche tu prima di andare dall’avvocato hai spulciato su internet o hai chiesto a tutti i tuoi amici che hanno studiato diritto come devi procedere e cosa devi fare. Forse lo facciamo tutti, cosi come tutti ci siamo diagnosticati una malattia almeno una volta leggendo wikipedia. Porsi delle domande su quanto ti ha spiegato l’avvocato per la separazione va anche bene, mettere in discussione e chiedere altri pareri anche, ma ad un certo punto devi fidarti di chi hai scelto. Non esiste il prototipo dell’avvocato giusto, esiste però, quello che meglio si addice alla tua situazione, quello che empaticamente sembra essere adatto a te: o ti fidi o non ti fidi. Si basa tutto lì, sul rapporto di fiducia che riesci ad instaurare.

 

La separazione è un percorso, che può essere più o meno lungo, in base a tanti elementi. Avere qualcuno che ti accompagni in questo momento può rendere il percorso meno difficoltoso. Tutto sta nel partire, ma se parti col “piede giusto” va anche meglio.

Se hai dubbi o domande, scrivi sul forum. In Slidinglife c'è sempre qualcuno pronto ad ascoltarti.

La più grande community per separati e divorziati

Registrati e troverai:

  1. Professionisti di fiducia in tutta Italia
  2. Eventi dedicati a separati e divorziati
  3. Consigli pratici per genitori separati
Hai già un account? Accedi

Crea il tuo profilo

   
oppure con il tuo indirizzo email
Accetto il trattamento dei dati per le finalità di accesso al servizio come espresso nell'informativa sulla privacy
Dichiaro di essere maggiorenne e di aver letto i termini e le condizioni d'uso del servizio
Hai già un account? Accedi

Crea un profilo professionista

Accetto il trattamento dei dati per le finalità di accesso al servizio come espresso nell'informativa sulla privacy
Dichiaro di essere maggiorenne e di aver letto i termini e le condizioni d'uso del servizio
Hai già un account? Accedi

Effettua il login

   
oppure con il tuo account Slidinglife
Non hai un account? Registrati