Innamorarsi a 50 anni: una favola o la realtà?

Innamorarsi a 50 anni: una favola o la realtà?

<p>Ma chi l’ha detto che solo quando sei giovane puoi innamorarti? E chi ha deciso che per innamorarsi ancora c’è un limite di età? Fino a un decennio fa, era un tabù poter anche solo pensare ad un amore dopo i 50 anni, a una donna che ricomincia a vivere e a rimettersi in gioco [&hellip;]</p>

Ma chi l’ha detto che solo quando sei giovane puoi innamorarti? E chi ha deciso che per innamorarsi ancora c’è un limite di età? Fino a un decennio fa, era un tabù poter anche solo pensare ad un amore dopo i 50 anni, a una donna che ricomincia a vivere e a rimettersi in gioco quando nell’immaginario collettivo ha l’età per essere una nonna e prendersi cura dei nipoti. Provare a demolire questo pregiudizio e questo stereotipo non è facile, ma basta osservare la situazione da un altro punto di vista e innamorarsi a 50 anni diventa un evento naturale della vita come tutti gli altri.

L’amore dopo i cinquanta anni 

Non sempre la vita scorre esattamente in base ai nostri piani, a come ce la siamo immaginata e quando pensi di essere sulla strada giusta, diretta verso la meta, la strada presenta bivi o deviazioni non previste. Allora può anche accadere che a 50 anni ti ritrovi sola, con la tua casa, il tuo lavoro, magari con qualche figlio già grande o magari senza figli, con le tue amiche e i tuoi hobby. E se arriva l’amore perché non viverlo? Perché rinunciarci solo a causa dell’età o della paura del giudizio delle gente?

Non esiste una risposta corretta a queste domande, non è una questione di tempo o di genere, esisti solo tu con i tuoi sentimenti e le tue emozioni, con il tuo passato e le tue esperienze. Innamorarsi in età adulta è possibile allo stesso modo di quando si è giovani, con la stessa naturalezza e normalità, ciò che cambia è il modo di approcciarsi all’altro e di guardare l’altro e la vita insieme. Cambia il modo in cui ci si presta ad accogliersi reciprocamente e il modo in cui ognuno è ancora disposto a mettersi in gioco. Non deve essere una regola, non deve essere un’eccezione, ma una opportunità che chi ha voglia può ancora cogliere.

Una donna di 50 anni è viva 

Una donna che ha compiuto i 50 anni, ha ormai imparato a conoscersi, a sapere esattamente a cosa non vuole rinunciare e quello che è disposta a modificare, ha la sua autonomia e di sicuro ha del coraggio per scommettere di nuovo su di un amore e su di una relazione. Non avrà le stesse aspettative della sè adolescente, ha maturato la propria consapevolezza, ha realizzato i propri sogni o li ha modificati in itinere, ha raggiunto un suo equilibrio e la sua sicurezza. Una donna che si innamora in età adulta porta con sé tutto il bagaglio dei suoi pensieri, dei suoi errori e delle sue vittorie: se investe su di un incontro, su di una relazione è perché ci crede. Se comincia una storia vuol dire che la persona che ha incontrato può solo arricchire le sue giornate e la sua vita, perché molto probabilmente ha già imparato a stare sola e sceglie di fare spazio ad altri nella propria vita. Non è impossibile innamorarsi a 50 anni e non riusciremmo a spiegarlo neanche con tutte le parole di questa lingua; succede, succede e basta quando gli animi sono predisposti ad accogliersi l’un l’altro, quando si condivide lo stesso percorso, quando l’uno migliora la vita dell’altro. Certo non si discute più sull’ora di ritorno a casa come a 15 anni, ma si dovrà fare i conti con la vita dell’altro, con la propria famiglia, le proprie abitudini. Si condivide ancora la gioia di vivere, la voglia di sentirsi vivi e di affrontare nuove sfide, nuove avventure, nuovi progetti comuni e non comuni, il desiderio di invecchiare insieme, l’uno accanto all’altro. 

Ogni vita e ogni amore racchiude la sua bellezza e la sua specificità proprio perché è vissuto. Una relazione matura è una sfida quanto e più di una adolescenziale, non hai nulla da perdere, ma solo da guadagnarci. Nessuna paura e nessuna età vale lo splendore degli occhi di chi si sente vivo e decide sempre di essere felice.